VINCENT VAN GOGH - PowerPoint PPT Presentation

Loading...

PPT – VINCENT VAN GOGH PowerPoint presentation | free to download - id: 844f08-ZWZjY



Loading


The Adobe Flash plugin is needed to view this content

Get the plugin now

View by Category
About This Presentation
Title:

VINCENT VAN GOGH

Description:

VINCENT VAN GOGH IL GENIO INCOMPRESO Esercito un mestiere che sporco e difficile: la pittura Tesina di Enea Jr. Agolli – PowerPoint PPT presentation

Number of Views:89
Avg rating:3.0/5.0
Slides: 20
Provided by: scuole7
Learn more at: http://www.scuolemaestrepierimini.it
Category:
Tags: gogh | van | vincent | vangogh

less

Write a Comment
User Comments (0)
Transcript and Presenter's Notes

Title: VINCENT VAN GOGH


1
VINCENT VAN GOGH
  • IL GENIO
    INCOMPRESO
  • Esercito un mestiere che è sporco e
    difficile la pittura
  • Tesina di Enea Jr. Agolli
  • Prof.ssa Daniela Beltrambini
  • (Storia dellArte)
  • Prof. Marco Neri
  • (Informatica)

2
Biografia
  • Autore di quasi 900 tele e di più di mille
    disegni, tanto geniale quanto incompreso in vita
  • Vincent Van Gogh pose le basi dell'Espressionismo

Casa natale di Van Gogh a Zundert
Van Gogh è nato a Zundert nel 30 marzo 1853,
figlio di un pastore protestante, il più grande
dei sei fratelli.
3
Biografia 1861 - 1876
  • non concluse mai gli studi della licenza
    superiore
  • inizialmente lavorò come venditore di
    riproduzioni di opere darte e poi come
    insegnante supplente
  • a Parigi, si appassionò della pittura olandese
  • si orientò verso le tematiche religiose e tentò
    gli esami di ammissione alla Facoltà di Teologia
    di Amsterdam (senza risultato)
  • successivamente in Belgio si prese cura dei
    malati e predicò la Bibbia ai minatori
  • ebbe un rapporto particolare con il fratello Théo
    che spesso lo aiutò e lo incoraggiò a indirizzare
    le sue intenzioni verso l'espressione artistica.

4
La svolta artistica (1881)
  • A L'Aja, per la prima volta, verso la fine del
    1881 eseguì nature morte dipinte a olio

Boccale e Pere, 1881 Wuppertal
5
I primi dipinti (1885)
  • Nei suoi primi dipinti ritraeva soprattutto umili
    lavoratori della terra e delle miniere

Mangiatori di patate, 1885, Amsterdam
6
Anversa e Parigi (1886-1887)
  • Ad Anversa, scoprì le stampe giapponesi
  • Nel 1886, a Parigi (a casa del fratello Theo)
    seguì i corsi di pittura
  • Il fratello Theo gli presentò i maggiori pittori
    impressionisti Émile Bernard, Louis Anquetin e
    Toulouse-Lautrec
  • Inizialmente, la loro pittura lo interessò molto
    poco

Pére Tauguy, 1887, Parigi
7
Anversa e Parigi (1886-1887)
  • la sua pittura, fino a quel momento era scura e
    terrosa, si schiarì proprio grazie all'influsso
    della pittura impressionista
  • alleggerì i propri soggetti,
  • iniziò a dipingere soprattutto paesaggi e le
    nature morte

Albicocchi in fiore, 1888
8
Arles - Provenza (1888)
  • Si trasferì ad Arles il 20 febbraio 1888, affittò
    un appartamento di quattro stanze di una casa
    dalle mura gialle ritratta in un quadro famoso.
  • Qui, produsse una tela dopo l'altra,
  • Vincent provava emozioni molto forti di fronte
    alla natura provenzale

La casa gialla (acquarello), 1888
9
Arles - Provenza (1888)
  • Sperimentava tecniche diverse
  • metteva in risalto le forme circondandole di
    contorni scuri e pennellava lo sfondo a strati,
  • ondulando i contorni per accentuare le forme,
  • punteggiava con brevi pennellate e
  • spremeva il colore dal tubetto direttamente sulla
    tela.

Vaso con iris, 1889
10
Il dramma di Arles (1888)
  • Nellottobre 1888 giunse ad Arles Paul Gauguin
  • Il sogno di van Gogh era di fondare
    un'associazione di pittori che perseguissero
    un'arte nuova, ma Gauguin e van Gogh erano spesso
    in disaccordo

La camera di Van Gogh, 1888
11
Il dramma di Arles (1888)
  • una sera, al caffé, i due pittori bevvero molto e
    improvvisamente Vincent scagliò il bicchiere
    contro la testa di Gauguin
  • L'episodio più grave accadde il 23 dicembre van
    Gogh avrebbe rincorso per strada Gauguin con un
    rasoio. Tornato a casa, in preda ad
    allucinazioni, van Gogh si tagliò metà
    dell'orecchio sinistro,

Paul Gauguin Ritratto di Van Gogh
12
A Saint-Rémy-de-Provence (1889)
  • van Gogh aveva spesso attacchi di panico e
    allucinazioni e reagiva con atti di violenza e
    tentativi di suicidio, pare che soffrisse di
    psicosi epilettica e per quello fu ricoverato
    allospedale psichiatrico di Saint Remy.

Davanti al manicomio di Saint Remy
13
A Saint-Rémy-de-Provence (1889)
  • Nella Notte stellata van Gogh sembra esprimere
    uno stato d'animo attraverso la libera fantasia,
    per liberare le proprie emozioni piuttosto che
    dipingere il paesaggio.

Notte stellata, 1889
14
A Saint-Rémy-de-Provence (1889)
  • Per quanto riguarda la sua tecnica 
  • l'esecuzione è vigorosa, intensa, pennellate
    dense e grumose. Il suo disegno rabbioso,
    potente

Oliveto con nuvola bianca
15
A Auvers-sur-Oise (1890)
  • Venne dimesso dallospedale e si stabilì in un
    villaggio vicino a Parigi, dove risiedeva un
    medico amico di Théo, il dottor Gachet, che si
    sarebbe preso cura di lui.
  • Ma Vincent si sentiva sempre più abbandonato e il
    male che era in lui riprese il predominio

Ritratto del dottor Gachet, 1890
16
Il preambolo
Il campo di grano con corvi, può essere
considerato il suo testamento artistico e
spirituale.
  • La tela è dominata da unatmosfera cupa, carica
    di presagio e il volo dei corvi non alleggerisce
    in alcun modo la tensione. I colori,
    sovraccaricati, sono stesi con una pennellata
    franta e spigolosa

17
Il suicidio 29 luglio 1890
  • una domenica, dopo essere uscito per dipingere
    nelle campagne che circondavano il paese, in
    preda ad una crisi si sparò. Lo ritrovarono
    sdraiato sul letto e confessò di essersi sparato
    al petto un colpo di rivoltella.
  • Raggiunto allindomani dal fratello Theo,
    Vincent van Gogh passò con lui tutto il 28
    luglio, fumando la pipa e chiacchierando seduto
    sul letto Sembra che le sue ultime parole
    fossero ora vorrei ritornare. Poco dopo ebbe
    un accesso di soffocamento, poi perse conoscenza
    e morì quella notte stessa, verso l'1,30 del 29
    luglio.

18
Il genio, i capolavori
  • I girasoli sono uno dei soggetti più celebri di
    Van Gogh, nonché uno dei suoi preferiti,
    rappresentati in oltre dieci versioni.
  • Lartista elaborò con loro unidea completamente
    nuova della natura morta, trasformandola, da un
    lato, in elemento decorativo, dallaltro, si
    potrebbe dire, in natura viva, piena di energia

Vaso di girasoli
19
Grazie dellattenzione
About PowerShow.com