Presentazione di PowerPoint - PowerPoint PPT Presentation

Loading...

PPT – Presentazione di PowerPoint PowerPoint presentation | free to download - id: 6d2bab-NmI2M



Loading


The Adobe Flash plugin is needed to view this content

Get the plugin now

View by Category
About This Presentation
Title:

Presentazione di PowerPoint

Description:

Title: Presentazione di PowerPoint Author: a Last modified by: Leonardo Created Date: 11/12/2003 5:42:23 AM Document presentation format: Presentazione su schermo – PowerPoint PPT presentation

Number of Views:13
Avg rating:3.0/5.0
Date added: 11 December 2019
Slides: 50
Provided by: a569
Category:

less

Write a Comment
User Comments (0)
Transcript and Presenter's Notes

Title: Presentazione di PowerPoint


1
XXIV Congresso Nazionale Montecatini Terme 27
Maggio 2005
Influenza della cattiva informazione via internet
su malpractice
Dr. Angelo Caviglia Direttore Struttura
dipartimentale di Colonproctologia Ospedale S.
Camillo-Roma
2
Il cambiamento più significativo introdotto da
Internet consiste nella "democratizzazione"
dell'informazione sanitaria
3
Tuttavia, l'informazione disponibile nella rete
può anche risultare di qualità scadente, quando
non dannosa. Tutte le indagini che finora hanno
valutato la qualità delle informazioni sanitarie
su internet hanno mostrato, in tutti i settori
esaminati la presenza, nella maggioranza dei
casi, di informazioni non accurate o molto
incomplete. C'è quindi un bisogno impellente di
fare qualcosa per impedire il verificarsi di una
epidemia di disinformazione medico-scientifica
che possa compromettere la salute, la fiducia e
la partecipazione attiva dei cittadini. La
Repubblica (2005)
4
Esistono varie modalità di intereagire con la
rete.
5
Internet
6
Download
Motori di ricerca
Medline
Internet
Possiamo prendere
7
Email
Internet
Video conferenze
Possiamo scambiare
8
Pubblicità
Motori di ricerca
Siti
Internet
Possiamo dare.
9
Quali sono i modi in cui il medico può proporre
notizie ed informazioni in Internet e a quale
scopo?
10
Creazione di un sito Web
11
Lo scopo
Educativo-Didattico-Informativo Pubblicitario Entr
ambi
Ritorno dimmagine
Ritorno economico
12
Non esiste attualmente in Italia una disciplina
legislativa specifica che regoli la pubblicità
via Internet, la pubblicità trasmessa in rete è
quindi soggetta alle disposizioni vigenti in
materia di pubblicità tradizionale e con
particolare riferimento alla regolamentazione
della pubblicità radiotelevisiva.
13
.non deve offendere la dignità della persona,
non deve evocare discriminazioni di razza, sesso
e nazionalità, non deve offendere convinzioni
religiose e ideali , non deve indurre a
comportamenti pregiudizievoli per la salute, la
sicurezza e l'ambiente, non deve arrecare
pregiudizio morale o fisico a minorenni".
14
  • I rischi in cui si può incorrere effettuando una
    ricerca su Internet sono
  • segnalazione di siti web che propongono ausili
    diagnostici e soprattutto terapie che non hanno
    alcuna evidenza medica
  • segnalazione di siti web che contengono
    informazioni imprecise, ma in sostanziale buona
    fede (esperienze personali, aneddotica, esperti
    improvvisati, costante mancato riferimento a
    fonti autorevoli)
  • siti web che contengono informazione
    pregiudizievole (sponsorizzazione, riferimento a
    potenziali interessi commerciali).

15
(No Transcript)
16
(No Transcript)
17
(No Transcript)
18
(No Transcript)
19
(No Transcript)
20
(No Transcript)
21
(No Transcript)
22
(No Transcript)
23
L'articolo 12 del febbraio 1992 n. 175, prevede
in sostanza che la pubblicità sanitaria svolta
sia dai singoli professionisti sia dalle case di
cura private, gabinetti e ambulatori mono o
polispecialistici sia consentita anche attraverso
inserzioni su giornali e quotidiani e periodici
di informazione.
24
La legge 14 ottobre 1999 n. 362 non ha
esplicitamente previsto lutilizzazione, come
veicolo informativo del messaggio pubblicitario,
della rete Internet. nellart. 53 in commento
aveva già espresso una posizione, a ritenere
praticabile la diffusione di messaggi
pubblicitari tramite uno strumento informatico
quale Internet, nel rispetto, evidentemente, dei
limiti previsti degli artt. 1 e 4 della legge n.
175/92.
25
Nel febbraio 2002 la Commissione Pubblicità
istituita in seno alla FNOMCEO, (Federazioni
Nazionali degli Ordini e dei Collegi
professionali) ipotizzava la legittimità della
diffusione in rete di siti Internet destinati a
fini professionali,.
26
Nelle more dellesame e delleventuale
approvazione da parte del Parlamento di tale
proposta di legge, con tali finalità è stato
pertanto stilato il Regolamento interno di
seguito riportato.
27
REGOLAMENTO INTERNO PER LA VALUTAZIONE DELLE
DOMANDE DI PUBBLICITÀ A MEZZO INTERNET PRINCIPI
GENERALI art. 1 1. È consentita la pubblicità
sanitaria effettuata attraverso siti Internet
previo rilascio di apposito nulla osta da parte
dellOrdine. 2. Il nulla osta è rilasciato su
domanda dellinteressato. 3. La domanda, redatta
su carta semplice e sottoscritta in calce
dalliscritto ovvero dal Direttore Sanitario
della struttura autorizzata, dovrà essere
corredato della seguente documentazione a) copia
del documento di registrazione del sito b) copia
stampata a colori delle singole pagine di cui si
compone il sito c) segnalazione della presenza
di eventuali filmati 4. LOrdine rilascia il
nulla osta entro trenta giorni dalla
presentazione della domanda. 5. Ogni variazione
apportata alloriginaria composizione del sito
necessita di nuovo nulla osta dellOrdine.
28
In definitiva, quindi, non esiste una normativa
di legge che regoli la pubblicità e la promozione
sanitaria in Internet. Per ora dobbiamo fare
soprattutto riferimento al buon senso del medico
29
Come è possibile difendersi dall'elevato rischio
della disinformazione ?
30
Attualmente sono allo studio diversi strumenti di
salvaguardia che si propongono di identificare,
immediatamente, la qualità della segnalazione
rintracciata in rete.
31
L'istituzione di marchi di approvazione è una
realtà già attiva anche in Italia. Il concetto è
quella di una certificazione ottenuta in base
all'adesione ad un codice di condotta
informativa. Il più famoso e diffuso è quello
della Health on the net Foundation (HON), che
fornisce anche un elenco di siti che rispettano
il codice (URL http//www.hon.ch/HONcode/Conduc
t.html)
32
http//www.hon.ch/HONcode/Italian/
Principi
  1. 1. Ogni informazione medica fornita ed ospitata
    dal sito sarà scritta unicamente da esperti
    dell'area medica e da professionisti qualificati,
  2.  2. Le informazioni devono essere accompagnate da
    referenze esplicite e, se possibile, da links
    verso questi dati. La data dell'ultimo
    aggiornamento deve apparire chiaramente sulla
    pagina .
  3.  3. Ogni affermazione relativa al beneficio o ai
    miglioramenti indotti da un trattamento, da un
    prodotto o da un servizio commerciale, sarà
    supportata da prove adeguate e ponderate secondo
    il precedente Principio 2. 

33
Un sistema alternativo è quello degli strumenti
di valutazione secondo delle "checklist", che
valutano diverse componenti dell'informazione, da
cui si può ricavare un giudizio finale che
qualifica il sito (www.discern.org.uk) (http//w
ww.mitretrek.org/hiti/showcase/documents/criteria.
html
34
Tuttavia, anche questi strumenti si sono rivelati
inadeguati, infatti l'interpretazione dei criteri
di giudizio sull'affidabilità, sulla rilevanza e
sull'accuratezza delle informazioni sanitarie non
è quasi mai basata su una rigorosa evidenza
scientifica.
35
In attesa che la questione qualità trovi una
adeguata soluzione sono già attivi dei
"guardiani" cioè alcuni siti che svolgono
un'azione di monitoraggio continuo nei confronti
di frodi in campo medico, contattabili ai
seguenti indirizzi. Quackwatch
http//www.quackwatch.com/ National Council
Against Health Fraud http//www.ncahf.org/
Health Care Reality Check http//www.hcrc.org
36
Cosa succede in Italia?
37
http//www.merateonline.it/sanita/articoli/emorroi
di/intervista_Borsa.htm
SCLEROTERAPIA con strumento flessibile Viene
praticata dall'equipe di Endoscopia guidata dai
DR. Xxxxxx e Xxxxxxxxxxxx L'OSPEDALE DI MERATE
E' ALL'AVANGUARDIA NELLA CURA DELLE EMORROIDI Il
metodo richiede un intervento con colonscopia di
appena 15 minuti. Poi il paziente può tornare a
casa senza ulteriori problemi. Azzerati i traumi
post-operatori, ridotti a un quinto i costi per
il servizio sanitario nazionale. Ma al nuovissimo
nosocomio Manzoni di Lecco si continua ad
intervenire chirurgicamente. Le altre tecniche
chirurgiche sono oggi ormai superate dal metodo
endoscopico della Scleroterapia . Si può
affermare che la risoluzione della patologia
emorroidaria è definitiva.
38
http//www.emorroidi.org/altre.htm
                    A cura dell'Associazione Italiana di Crioterapia e dell'Istituto Scientifico europeo di Proctologia  
                                            Per informazioni più dettagliate    Chiamate il N verde
 
 

Questo sito nasce dall'esigenza di informare che i problemi di emorroidi e ragadi anali, possono essere risolti rapidamente e senza ricovero con la crioterapia
Pagina iniziale
39
Associazione Italiana di Crioterapia
http//www.emorroidi.org/altre.htm
Trattamento Crioterapia Selettiva Metodo HAL Doppler Coagulazione a infrarossi Legatura con elastico Scleroterapia

Intervento Professionalità delloperatore Molto facile Facile Necessita di abilità Necessita di abilità

Dolore durante l'intervento Nessuno Pochissimo Poco Dolore localizzato Talvolta doloroso
Dolore post-operatorio Pochissimo Pochissimo Poco (4,5- 8) Talvolta molto doloroso (5,2-60) Talvolta doloroso (12,5 - 70)
Emorragia post-operatoria Quasi nessuna (1) Pochissimo (7) Medio (15) Necessita cure dopo 7/10 giorni (12) Pochissimo (5)
Efficacia dopo due anni Ottima 95   di guarigione su oltre 1500 interventi 70 bene 40 bene 43 bene 21 bene
Grado Goligher Efficace sino al IV compreso Da I a IV Da I a II Più efficace su I Da II a III Limitatamente alle dimensioni Da I a
40
http//www.tempomedico.it/news/590ragad.htm
"La terapia con tossina botulinica ha il
vantaggio di consentire l'impiego di dosaggi
diversi e di poter essere ripetuta senza rischi
particolari a costi molto bassi" ribattono i
ricercatori italiani. "Di fatto, nei 16 mesi
successivi al trattamento non abbiamo osservato
alcuna recidiva".
41
3 Med Clin Barr 2005 Apr 23124(15)573-5.
Surgical (close lateral internal
sphincterotomy) versus chemical (botulinum toxin)
sphincterotomy as treatment of chronic anal
fissure. Arroyo Sebastian A, Perez Vicente F,
Miranda Tauler E, Sanchez Romero A, Serrano Paz
P, Calpena Rico R. -Spain Background and
objective The aim of this prospective randomized
trial was to compare the effectiveness and
morbidity of surgical vs chemical sphincterotomy
in the treatment of chronic anal fissure after a
3-year follow-up period. Patients and method
Eighty patients with chronic anal fissure were
treated either with close lateral internal
sphincterotomy (group 1) or with chemical
sphincterotomy with 25 U botulinum toxin injected
into the internal sphincter (group 2). RESULTS
Overall healing was 90 in the close
sphincterotomy group and 45 in the toxin
botulinum group (p lt 0.001). There was a group of
patients with clinical factors (duration of
disease over 12 months and presence of a sentinel
pile before treatment) associated with a higher
recurrence of anal fissure.
42
La legatura elastica è una metodica molto
affidabile, ha un indice di riuscita fino al 95.
Può sostituire la chirurgia nel 90 dei casi.
43
L'intervento di Longo, condotto in anestesia
generale o loco-regionale, è indolore perché la
sutura avviene nelle mucosa rettale,
44
http//web.tiscali.it/filingeri/
http//web.tiscali.it/filingeri/
elimina quasi del tutto le conseguenze
sfavorevoli all'intervento, come il dolore,
45
9 Br.J. Surg 2002 Feb89(2)154-7. Comment in
Br J Surg. 2002 Aug89(8)1068. Br J Surg. 2002
Jun89(6)812. Tech Coloproctol. 2002
Apr6(1)64 discussion 64. Randomized clinical
trial of Ligasure versus open haemorrhoidectomy. P
alazzo FF, Francis DL, Clifton MA. Thirty-four
patients were randomized to undergo Ligasure (18
patients) or diathermy (16) haemorrhoidectomy.
The operating time, amount of pain and
postoperative analgesic requirement,
postoperative complications and overall patient
satisfaction were documented.RESULTS The median
duration of operation was shorter in the Ligasure
haemorrhoidectomy group (5.1 versus 9.2 min P lt
0.001). There was no statistically significant
difference in the postoperative pain score, but
the median analgesic requirement was lower in the
Ligasure group (850 versus 1600 mg tramadol P
0.013). Patient satisfaction was similar in both
groups. CONCLUSION Ligasure haemorrhoidectomy is
quick and bloodless and, although as painful as
diathermy haemorrhoidectomy, is associated with a
reduced analgesic requirement.
46
http//www.forces-of-nature-it.com/emorroidi/tratt
amentoemorroidiremedionaturale.htm
HEMORRHOIDS NO MORE
47
?
48
Al di là dei possibili organi di controllo, solo
i principi etici e deontologici del medico e
degli addetti ai lavori regolano la qualità delle
informazioni che appaiono in rete.
49
Grazie
About PowerShow.com