Diapositiva 1 - PowerPoint PPT Presentation


Title: Diapositiva 1


1
  • I fattori strategici per una corretta
    programmazione e implementazione delle politiche
    agricole
  • Franco Gaudio
  • INEA - Sede regionale per la Calabria

I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
2
I programmi comunitari non hanno ridotto lo
squilibrio tra regioni Peccato originale
vorrebbe essere territoriale, ma La PAC è
coerente con gli obiettivi della coesione? Dai
risultati delle ricerche (ESPON) il FESR e FSE
hanno più effetti in termini di PIL e
occupazione Cosè una politica di sviluppo
rurale? è una politica che integra tutte le
risorse disponibili (comunitarie, nazionali e
regionali) e questo implica anche un ridisegno
delle competenze
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
3
Politiche più integrate e invece assistiamo ad
un rigurgito di disintegrazione Da un unico
programma 2000-2006 si è passati a quattro
programmi nel 2007-2013 Sarà possibile da parte
delle amministrazioni integrarli? Secondo alcuni
il risultato è scontato lalibi della difficoltà
oggettiva e soggettiva e la volontà di gestire
autonomamente implicherà che ogni programma verrà
attuato per proprio conto, nella più asettica
autoreferenzialità. Un passo indietro scellerato.
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
4
Lo stesso regolamento comunitario 1698/2005 fa
riferimento al leader Liniziativa Leader, al
termine di tre periodi di programmazione, ha
raggiunto uno stadio di maturaità che consente
alle zone rurali di adottarne lapproccio più
ampiamente, nellambito della programmazione
generale dello sviluppo rurale. Si dovrebbe
pertanto provvedere a trasporre i principi
basilari dellapproccio Leader nei programmi di
sviluppo rurale . (considerando n. 50) Ma anche
allintegrazione delle politiche La
programmazione dello sviluppo rurale dovrebbe
conformarsi alle priorità comunitarie e nazionali
ed integrare le altre politiche comunitarie, in
particolare la politica dei mercati agricoli, la
politica di coesione e la politica comune della
pesca (considerando n. 10)
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
5
Lapproccio Leader
LEADER
LEADER II
È sempre stata una iniziativa comunitaria
Interventi ammissibili tutti quelli previsti dai
fondi strutturali (FEOGA, FESR, FSE)
Interventi ammissibili solo quelli previsti dal
FEASR
LEADER I
Asse IV
Diventa un asse del programma
Finanziata dal FEASR
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
6
Nei PSR andava elaborato il capitolo 10
Informazioni sulla complementarietà con le
misure finanziate dalla politica agricola comune,
dalla politica di coesione e dal fondo europeo
per la pesca di fatto è un capitolo soprattutto
di demarcazioni Dovuto alle richieste in fase di
negoziato, ma anche in fase di concertazione
nellambito nazionale e regionale
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
7
Programmi di riferimento
Fonti informative
Oggetto dello studio
Rapporti annuali e di Valutazione Dati
MIPAAF Dati AGEA
Coerenza singolo programma
POR
Sviluppo rurale
Programmi comunitari
PSR
Verifica obiettivi e verifica obiettivi/risultati
Coerenza tra programmi
I Pilastro
Dati AGEA
Programmi nazionali
Banca dati INEA Dati MIPAAF
Governance
Programmi regionali
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
8
Incidenza della popolazione e della superficie
delle aree rurali ad agricoltura intensiva e
specializzata
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
9
Incidenza della popolazione e della superficie
delle aree rurali in ritardo di sviluppo
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
10
Il futuro del mondo rurale
Lo sviluppo rurale sarà realizzato nel
quadro di programmi globali di sviluppo
regionale di programmi di sviluppo rurale
Nelle regioni caratterizzate da ritardi
strutturali e da una fortissima ruralità
Altre regioni in funzione del loro grado di
ruralità, del numero di persone occupate in
agricoltura, del livello di sviluppo economico ed
agricolo
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
11
Risultati attesi
I fattori strategici per una corretta
programmazione e implementazione delle politiche
agricole (e rurali) Il rischio che si corre è
quello di non ottenere risultati sia nella
politica settoriale che in quella territoriale
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
12
Distribuzione percentuale delle risorse
finanziarie per il settore agricolo per fonte di
finanziamento (2000-2006)
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
13
Distribuzione delle risorse finanziarie
comunitarie (in meuro) per programma (2000-2006)
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
View by Category
About This Presentation
Title:

Diapositiva 1

Description:

Title: Diapositiva 1 Author: Alessia Fantini Last modified by: Valued Acer Customer Created Date: 10/17/2008 12:58:07 PM Document presentation format – PowerPoint PPT presentation

Number of Views:10
Avg rating:3.0/5.0
Slides: 14
Provided by: Ales132
Learn more at: http://www.ecostat.unical.it
Category:
Tags: agea | diapositiva

less

Write a Comment
User Comments (0)
Transcript and Presenter's Notes

Title: Diapositiva 1


1
  • I fattori strategici per una corretta
    programmazione e implementazione delle politiche
    agricole
  • Franco Gaudio
  • INEA - Sede regionale per la Calabria

I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
2
I programmi comunitari non hanno ridotto lo
squilibrio tra regioni Peccato originale
vorrebbe essere territoriale, ma La PAC è
coerente con gli obiettivi della coesione? Dai
risultati delle ricerche (ESPON) il FESR e FSE
hanno più effetti in termini di PIL e
occupazione Cosè una politica di sviluppo
rurale? è una politica che integra tutte le
risorse disponibili (comunitarie, nazionali e
regionali) e questo implica anche un ridisegno
delle competenze
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
3
Politiche più integrate e invece assistiamo ad
un rigurgito di disintegrazione Da un unico
programma 2000-2006 si è passati a quattro
programmi nel 2007-2013 Sarà possibile da parte
delle amministrazioni integrarli? Secondo alcuni
il risultato è scontato lalibi della difficoltà
oggettiva e soggettiva e la volontà di gestire
autonomamente implicherà che ogni programma verrà
attuato per proprio conto, nella più asettica
autoreferenzialità. Un passo indietro scellerato.
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
4
Lo stesso regolamento comunitario 1698/2005 fa
riferimento al leader Liniziativa Leader, al
termine di tre periodi di programmazione, ha
raggiunto uno stadio di maturaità che consente
alle zone rurali di adottarne lapproccio più
ampiamente, nellambito della programmazione
generale dello sviluppo rurale. Si dovrebbe
pertanto provvedere a trasporre i principi
basilari dellapproccio Leader nei programmi di
sviluppo rurale . (considerando n. 50) Ma anche
allintegrazione delle politiche La
programmazione dello sviluppo rurale dovrebbe
conformarsi alle priorità comunitarie e nazionali
ed integrare le altre politiche comunitarie, in
particolare la politica dei mercati agricoli, la
politica di coesione e la politica comune della
pesca (considerando n. 10)
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
5
Lapproccio Leader
LEADER
LEADER II
È sempre stata una iniziativa comunitaria
Interventi ammissibili tutti quelli previsti dai
fondi strutturali (FEOGA, FESR, FSE)
Interventi ammissibili solo quelli previsti dal
FEASR
LEADER I
Asse IV
Diventa un asse del programma
Finanziata dal FEASR
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
6
Nei PSR andava elaborato il capitolo 10
Informazioni sulla complementarietà con le
misure finanziate dalla politica agricola comune,
dalla politica di coesione e dal fondo europeo
per la pesca di fatto è un capitolo soprattutto
di demarcazioni Dovuto alle richieste in fase di
negoziato, ma anche in fase di concertazione
nellambito nazionale e regionale
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
7
Programmi di riferimento
Fonti informative
Oggetto dello studio
Rapporti annuali e di Valutazione Dati
MIPAAF Dati AGEA
Coerenza singolo programma
POR
Sviluppo rurale
Programmi comunitari
PSR
Verifica obiettivi e verifica obiettivi/risultati
Coerenza tra programmi
I Pilastro
Dati AGEA
Programmi nazionali
Banca dati INEA Dati MIPAAF
Governance
Programmi regionali
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
8
Incidenza della popolazione e della superficie
delle aree rurali ad agricoltura intensiva e
specializzata
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
9
Incidenza della popolazione e della superficie
delle aree rurali in ritardo di sviluppo
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
10
Il futuro del mondo rurale
Lo sviluppo rurale sarà realizzato nel
quadro di programmi globali di sviluppo
regionale di programmi di sviluppo rurale
Nelle regioni caratterizzate da ritardi
strutturali e da una fortissima ruralità
Altre regioni in funzione del loro grado di
ruralità, del numero di persone occupate in
agricoltura, del livello di sviluppo economico ed
agricolo
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
11
Risultati attesi
I fattori strategici per una corretta
programmazione e implementazione delle politiche
agricole (e rurali) Il rischio che si corre è
quello di non ottenere risultati sia nella
politica settoriale che in quella territoriale
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
12
Distribuzione percentuale delle risorse
finanziarie per il settore agricolo per fonte di
finanziamento (2000-2006)
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
13
Distribuzione delle risorse finanziarie
comunitarie (in meuro) per programma (2000-2006)
I Workshop - Prin 2007 Roma, 29-30 gennaio 2009
About PowerShow.com